Blog

Detrazioni fiscali per l’anno 2018

Detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione da programmare per l’anno 2018.

La legge di Bilancio per l’anno prossimo 2018, così promuove le detrazioni fiscali per chi decide di ristrutturare,

La detrazione del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica delle singole unità edilizie prorogata fino a tutto il 2018.

Il bonus consiste sempre nella ripartizione in 10 quote annuali uguali sino a un limite massimo di spesa fino ad un massimo di 100mila euro per la riqualificazione energetica globale.

Rientrano nel 65% le opere di efficientamento energetico:

rivestimento termico alle porte d’ingresso e pannelli isolanti; pompe di calore e impianti geotermici; pavimento radiante; impianto solare termico.

Caldaie e finestre, il bonus scende dal 65% al 50%

Rispetto agli anni passati, la detrazione fiscale scenderà dal 65% al 50% per gli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e a biomassa.

Bonus ristrutturazioni anche per il tutto il prossimo anno 2018.

In arrivo anche la proroga di un anno per la detrazione fiscale del 50% dall’Irpef sulle spese sostenute per opere di  manutenzione ordinaria (solo parti comuni dell’edificio), manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia e recupero e risanamento conservativo, fruibile in 10 quote annuali dello stesso importo con un tetto di 96.000 euro.

Bonus mobili anche per il 2018

Sarà prorogata per tutto il 2018 la detrazione del 50%, con tetto di 10mila euro, per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici efficienti destinati all’arredo degli immobili ristrutturati.

 

Bonus verde al 36%

Tra i bonus casa introdotti, la possibilità di una detrazione fiscale del 36% delle spese sostenute dalle persone fisiche nel 2018, fino ad un massimo di 5mila euro per gli interventi di sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici residenziali esistenti, unità immobiliari ad uso abitativo, pertinenze e recinzioni, nonché la realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi. Tra le spese detraibili, la progettazione e la manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

La detrazione sarà riconosciuta anche agli interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali con un limite di spesa di 5mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo.

Anche in questo caso, come per tutti i bonus e gli incentivi, i pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico bancario per garantirne la tracciabilità. La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

SismaBonus 

Confermata la detrazione fiscale, detta Sisma bonus, per le spese sostenute per gli interventi antisismici su edifici (adibiti ad abitazioni ed attività produttive) ubicati nelle zone 1 e 2 (zone sismiche ad alta pericolosità) dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2021.

Ripartita in 5 quote annuali di pari importo con un limite massimo di spesa pari a 96mila euro per unità immobiliare per ciascun anno.

Confermate le percentuali di detrazione:

dal 50% per arrivare al 70% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore;

all’80% se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori.

 

Nei condomìni, il bonus può raggiungere;

il 75% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore;

l’85% se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Durante .. e dopo .. il cantiere …

Durante il cantiere a volte emerge una memoria storica ..quasi malinconica, è l’identità che molte case hanno. Le case che vedono tutto e tutti passare.

Una storia, una sequenza di reperti, fatta di tanti capitoli di vita in cui si susseguono trame e vissuti di chi va e chi viene, echi lontani di lacrime e risate, di gioie e dolori, di cambiamenti, di lontananze e mancanze, di incontri e di scontri, pianti di neonati e urla di anziani.

Fili di esistenze che si intrecciano e si slegano, che avvolgono e si spezzano.

Una lunga storia che ha il suo profumo, unico che si esprime nella memoria e non andrà più via.

Bisogna avere rispetto di tutto questo quando si ristruttura una casa storica. E l’odore di malta ancora fresca contiene già nuove premesse di altre storie, e di altre esistenze.

Come in questo cantiere in Via Romana 117.

 

 

 

Una delle foto a lavori ultimati

I dettagli che emozionano

Qualcuno famoso disse “Dio sta negli dettagli”. Per quanto riguarda il nostro lavoro, siamo pienamente d’accordo – è la somma dei piccoli dettagli che fanno la grande differenza in un allestimento.

I dettagli notevoli sono: gli accostamenti dei colori e motivi perfettamente coordinati. Tutto deve essere conservato nell’orchestra armoniosa delle composizione progettuali.

Tessuti di materiali diversi per stimolare i sensi. Una somma di piccoli dettagli, anche ad un costo molto contenuto, che insieme fanno grande scena.

Ecco qui di seguito alcune foto di nostre realizzazioni, crediamo siano immagini suggestive, che… Trasmettono impulsi emotivi anche se molte di queste cose si apprezzano unicamente dal vivo.

I particolari, si dice, fanno la differenza. Noi ne siamo convinti, e cerchiamo sempre che la ricerca del dettaglio sia un motivo alla base dei nostri progetti: un cartongesso, un volume, una grafica diventano elementi fondanti di un’ambientazione e si completano con l’arredo.

 

 

Progettazione di Ristorante

 

 

 

 

La Filosofia Feng Shui

La decorazione  è una questione fondamentale nella progettazione di un’abitazione, deve essere principalmente testimonianza della nostra personalità

Indipendentemente dallo stile, si potrebbe seguire  i principi della filosofia Feng Shui in grado di creare un ambiente favorevole all’equilibrio, alla sensualità e al relax.

Sicuramente l’avete sentito mille volte, ma in pochi conoscono il mantra di questa filosofia ancestrale che in un certo modo può essere trasferito nella decorazione degli interni.

La concezione logica del Feng Shui si basa sull’equilibrio delle energie ed è la base su cui poggia la filosofia ancestrale cinese in questione. Applicato alla decorazione e all’interior design, a qualsiasi stanza del nostro appartamento, comporta una particolare cura per la disposizione di mobili, oggetti o colori. La sua influenza sul benessere di chi risiede nella casa si concretizza nel fatto che ogni oggetto può influenzare le energie individuali della persona in questione. In generale, l’arredamento è un riflesso di ciò che siamo e, di conseguenza, rappresenta  un equilibrio tra ciò che ci circonda e ciò che noi perseguiamo perché, in definitiva, l’energia della casa ha inevitabilmente impatto sul nostro benessere.

Secondo il Feng Shui, la posizione del letto è un punto importante quando si decora la camera da letto, ma prima di sapere dove collocarlo bisogna che sia chiara l’opzione migliore per il design: l’ideale è scommettere su un letto con testiera solida, accompagnata da un buon materasso, dall’altezza giusta. Non è inoltre consigliato accumulare oggetti sotto di esso in quanto potrebbero alterare l’equilibrio delle energie durante la notte. Una concezione minimalista è molto appropriata per una camera da letto che vuole abbraccia i principi di Feng Shui. Per quanto riguarda il posto che occupa, va tenuto sotto una finestra e davanti alla porta. La posizione migliore è diagonale rispetto all’ingresso nella stanza e sempre appoggiato al muro. E’ necessario cercare di evitare di saturare il muro sopra di esso con decorazioni pesanti e assicurarsi che l’accesso al letto sia appropriato da entrambi i lati.

L’organizzazione degli spazi, la collocazione dei complementi d’arredo è fondamentale per soddisfare i principi del Feng Shui. Come già detto, lo spazio sotto il letto non dovrebbe essere occupato da alcunché, anche se nelle piccole camere da letto, dove l’utilizzo di tale spazio diventa una necessità, è possibile utilizzarlo per memorizzare i piumoni o coperte, cioè, gli oggetti con poca energia attiva.

Gli armadi devono sempre essere ordinati e puliti per assicurare il corretto flusso delle energie in maniera corretta. Sbarazzarsi di ciò che non è necessario e evitare di immagazzinare i vestiti usati nei vostri armadi perché potrebbero contenere energia altrui residua.

Spesso le vediamo come parte dello schema decorativo di molti interni, ma la verità è che in una camera da letto arredate secondo questa filosofia cinese, la presenza di piante è fortemente sconsigliata. La ragione è semplice: le piante hanno un grande carico energetico legato alla crescita e al movimento che ha poco di positivo quando si progetta uno spazio dedicato al riposo.

Tuttavia, non c’è bisogno di ignorare completamente la loro presenza poiché una piccola pianta non sarà un grosso elemento di disturbo nella camera da letto ma è meglio sperimentare i loro vantaggi energetici in altre camere della vostra abitazione.

I colori hanno anche la loro importanza quando si decora una camera da letto secondo il Feng Shui. L’obiettivo più diffuso è la ricerca di equilibrio tra toni che emanano energia femminile, lo Yin, e maschile, Yang: la filosofia dà diversi significati ai colori e riconoscono il nero, il blu e il grigio pietroso come fonti di serenità e di energia che incoraggiano il riposo, il marrone richiama il colore della terra, il verde è sinonimo di movimento, il giallo richiama l’allegria, mentre viola e rosso sono sinonimi di sensualità e passione. In ogni caso, l’obiettivo finale del Feng Shui applicato all’arredo della camera da letto è quello di creare un’atmosfera favorevole a un sonno tranquillo e al romanticismo.

Un altro dei piccoli dettagli in cui il Feng Shui pone l’accento sull’arredamento della camera da letto, ha a che fare con gli angoli taglienti e non. Essi sono percepiti come elementi che promuovono l’energia nota come Sha che, secondo la filosofia cinese, non la si raccomanda nei momenti del sonno. Idealmente, i cassetti o i comodini accanto al letto dovrebbero avere bordi o angoli arrotondati

Gli specchi vanno amati, questo è un motivo in più per adottare i principi del Feng Shui per la vostra zona notte. Gli specchi infatti, oltre ad ampliare visivamente lo spazio, hanno come proprietà più importante quella di riflettere qualsiasi cosa e proprio questa caratteristica li oggetti molto utili al fine di amplificare l’energia positiva.

 

Il blog, articoli, dialoghi..

In questa sezione pubblichiamo alcuni nostri “dialoghi di Architettura”, una sorta di blog in cui confrontarci e condividere pensieri, esperienze e qualunque cosa avesse a che fare con l’Architettura … perché l’architettura noi l’amiamo! Chiunque è nel settore comprenderà quest’esigenza che un tempo era prevalente ma che negli ultimi anni ha sofferto un po’ per mancato entusiasmo e azione creativa.

La crisi economica del settore negli anni passati, quasi ormai alle spalle, i disagi di molti comparti di questo settore hanno portato un’atmosfera di leggera ma profonda malinconia. L’evoluzione economica ha portato oggi a nuove commesse, e quindi nuove idee. Nuove ispirazioni che fanno credere ancora in questa materia immortale, quindi via le ragioni di mercato, per un momento .. concentriamoci solo sulla creatività, sul senso delle armonie consolidate e sugli stimoli emotivi che un ambiente progettato e programmato può conferire … in una frase di Gio Ponti dobbiamo ritornare tutti ad “amare l’architettura” e aggiungiamo noi… il Design.

Esigete da loro case per tutti felici e perfette per confortare la vostra vita, con una architettura civilissima bella serena luminosa sonante chiara colorata e pura.”